Skip links

Migliora le tue keyword search con gli operatori booleani

Hai mai trovato il termine “booleano” nelle tue keyword search? Forse no, ma credimi, quando dovrai eseguire una ricerca, gli operatori booleani saranno i tuoi migliori amici.

Cos’è un operatore Booleano?

Gli operatori booleani sono stati teorizzati dal matematico George Boole nel suo primo libro “L’analisi matematica della logica” e, in termini laici, sono parole semplici (AND, OR e NOT, ossia E, O e NON) utilizzate per combinare o escludere le diverse parole chiave in una ricerca. Utilizzando gli operatori booleani non puoi solo risparmiare tempo e sforzo eliminando risultati inappropriati, ma anche ridurre o espandere il numero di risultati ottenuti. In altre parole, ti aiutano a concentrare le ricerche sui risultati più appropriati alle tue esigenze.

L’operatore Booleano “AND”

L’operatore “AND” riduce la ricerca dicendo al database che tutti i termini di ricerca devono essere presenti nei record risultanti: verranno mostrati solo i risultati che contengono tutte le parole chiave.

Immagine che mostra l'operatore boleano AND
Esempio: marketing AND tools AND free

L’area colorata al centro del diagramma di Venn rappresenta il risultato impostato per questa ricerca ed è la combinazione di queste tre parole chiave. Se esegui una ricerca su Google, ricorda che Big G mette automaticamente un “AND” tra i termini di ricerca, ma in quanto tali le parole chiave nei risultati non saranno necessariamente presenti nell’ordine impostato. Per risolvere il problema è possibile eseguire ricerche utilizzando frasi per rendere i risultati più specifici, oppure utilizzando, ad esempio, le virgole invertite.

L’operatore Booleano “OR”

L’operatore “OR” allarga la ricerca per includere tutti i risultati contenenti tutte le parole chiave: indica al database che qualsiasi termine di ricerca può essere presente nei risultati. La ricerca “OR” è particolarmente utile quando ci sono diversi sinonimi comuni per un concetto o una variante di una parola.

Immagine che mostra l'operatore boleano OR
Esempio: marketing OR social media

L’intera area dei due cerchi rappresenta il risultato di questa ricerca che contiene documenti con la parola “marketing” (ma non social media) e documenti contenenti “Social Media” (ma non marketing), nonché documenti contenenti sia il termine “marketing” sia il termine “social media” in qualsiasi ordine o numero di utilizzo.

L’operatore Booleano “NOT”

Gli operatori “NOT” o “AND NOT” escludono delle parole dalla ricerca: viene ricercato il primo termine e poi, ogni risultato contenente il termine con l’operatore negativo, viene sottratto dai risultati. Questo operatore è utile per restringere la ricerca e informare il database ad ignorare i termini indesiderati.

Immagine che mostra l'operatore boleano NOT
Esempio: marketing NOT tools

In questo caso, la tua ricerca conterrà risultati come strategia di marketing, digital marketing, ma non restituirà marketing tools. Tip: è possibile utilizzare il segno meno come operatore “NOT” su molti siti e motori di ricerca, tra cui LinkedIn e Google.

Oltre agli operatori booleani ci sono altri elementi utili, come il Modificatore di ricerca booleano. Ma per adesso, godetevi la ricerca!

Ora che credi fermamente che il monitoraggio dei social media sia la risposta migliore per le tue metriche, ti offriamo la possibilità di scaricare una serie GRATUITA di storie di successo che ispireranno le tue future strategie

SCARICA L'EBOOK

Clicca sul pulsante qui sopra, se vuoi imparare, avere consigli e divertirti! Facci sapere cosa ne pensi se hai bisogno di aiuto!

Iscriviti alla community KPI6 e ricevi news e report riguardanti le più importanti tematiche della tua professione: Social Media Listening, Big Data Analysis, Influencer Marketing e molto altro ancora.